10 Sfide da Affrontare per Vivere all’Estero

10 Sfide da Affrontare per vivere all'estero

Dicono che l’erba è più verde dall’altra parte, ma ci sono anche spine e cespugli a rendere difficile il tuo viaggio. La realtà è che nessuno capirà cosa vuol dire vivere all’estero a meno che non lo faccia da solo. Il prezzo che si paga per scegliere la vita all’estero è schiacciante e molti espatriati lottano con loro.

Trasferirsi all’estero non è una decisione facile. L’elenco menzionato di seguito serve solo a coprire le sfide più comuni che gli espatriati devono affrontare. Ti renderai conto che non sei solo e sicuramente ti consolerai. Se ti stai ancora preparando a fare la grande mossa, questi punti ti aiuteranno per l’inevitabile.

1. È difficile mantenere i rapporti con le persone a casa

Non è certo facile restare in contatto con le persone a casa. La vita diventa molto frenetica, i fusi orari sono diversi e diventa un problema sentirsi a proprio agio.

È anche difficile perché amici e familiari non riescono a capire il tumulto emotivo associato alla vita all’estero. Pertanto non devi essere sorpreso se i tuoi amici non prendono le misure pratiche per mantenere il loro rapporto con te.

2. Ti mancano le tappe importanti nella vita dei tuoi amici e della tua famiglia

Questo è prevedibile perché agli espatriati mancano tutte le cose che sono associate al loro paese d’origine, ma soprattutto, mancano le persone che hanno riempito quella vita. Gli espatriati non sono autorizzati nella maggior parte dei casi a esprimere la propria voce sul loro tumulto emotivo, perché ricevono risposta da commenti sarcastici e antipatici. La verità è che gli espatriati scelgono di vivere all’estero e alla fine ne pagano il prezzo.

3. Hanno difficoltà a dire addio di nuovo

Visitare casa è caotico perché devi destreggiarti così tanto in un tempo limitato. Finisci per fare colazione con i tuoi genitori, caffè con un amico, pranzo con un parente e poi cena con qualcun altro, e spremi del tempo per incontrare un conoscente perché tutti devono lavorare, a differenza di te, che è in vacanza.

Sebbene tu consideri importante riconnetterti con tutti di persona, le tue vacanze finiscono per stancarti perché tutti gli altri non sono in vacanze. La parte peggiore è dire addio ai tuoi cari e rivivere la sofferenza ancora una volta . È qualcosa che semplicemente non ti senti a tuo agio.

4. Le aspettative fanno male

Come espatriato, devi scegliere di fare il lungo viaggio verso casa per visitare la famiglia, non il contrario, perché sei stato tu a preferire di partire. È una fortuna avere una famiglia disposta a spendere tempo e denaro per farti visita, ma non tutti sono benedetti.

5. Scegliere tra andare in vacanza altrove e visitare la famiglia

Questa è una scelta difficile per molti espatriati che li spinge verso il senso di colpa. Inizialmente, è evidente che si desidera visitare la casa ogni volta che è possibile. Gli inviti di palificazione che ti spingono di non perdere i traguardi importanti come compleanni, matrimoni ect. Ma in fondo, inizierai a considerare queste visite annuali come perdite finanziarie perché non le vedi come vacanze. La decisione è scoraggiante perché non capisci se vuoi viaggiare altrove o vedere la tua famiglia a casa.

6. Il senso di colpevolezza

C’è questo dolore profondo e radicato che non stai facendo abbastanza per mantenere il contatto con i tuoi cari. Ti senti in colpa perché perdi eventi importanti a casa, poiché il costo del viaggio è troppo per te da sopportare. Si sente in colpa per i genitori anziani, per non aver dato loro tempo. C’è anche un senso di colpa per il fatto che ti stai godendo la vita all’estero, ma le persone a casa stanno lottando per le cose primarie. C’è una lunga lista di rimostranze, che ti circonderanno se glielo permetti.

7. Gli sbalzi d’umore portano alla depressione da espatriati

C’è poco o nessuno studio a sostegno di questo fenomeno, ma una cosa è certa, che questo è reale, sempre più Expats sono sul punto di sviluppare problemi di salute mentale, che più spesso derivano dalla loro depressione Expat. Adattarti alla nuova cultura ti fa sentire fuori posto nei primi giorni, inoltre c’è questo imbarazzo sociale che non hai mai provato prima. Inizi a perdere la casa e tutte le cose che ti hanno fatto sentire a tuo agio. Questo si trasforma in depressione e si aggrava con il tempo.

8. Fare nuove amicizie da adulto è molto difficile

Siamo sempre legati ai nostri amici d’infanzia ed è letteralmente difficile ricordare quando abbiamo fatto amicizia con qualcuno nella nostra età adulta. Mescola questo con le differenze culturali, la tristezza degli espatriati e l’ansia sociale associata a un nuovo posto e saprai di cosa si tratta. Non c’è da meravigliarsi se desideri ardentemente la tua casa.

Bene, non sei solo, perché tutti gli espatriati hanno difficoltà a costruire una nuova rete da zero. Quindi devi avere un sistema di supporto, diverso dalla tua famiglia. Di solito diamo per scontati i nostri amici, e questo è il momento di costruirne e coltivarne di nuovi.

9. Il trauma di avere a che fare con amici e familiari che non supportano

Non c’è niente di più straziante che trattare con i membri della famiglia che non sono di supporto e non sono comprensivi delle tue decisioni, specialmente mentre stai affrontando la parte più pesante di loro. Pensano che te ne sei andato per sempre e che non tornerai mai più. È un po ‘difficile anche per loro. Anche i loro sentimenti sono validi e stanno cercando di superarli. Il supporto è un sistema a due vie. Quando hanno bisogno di aiuto, dovresti metterti in contatto con loro e, quando hai bisogno di aiuto, dovrebbero offrire il loro massimo supporto.

10. Ti fraintendono

Non puoi mai spiegare loro come la vita è cambiata per te. Per loro, la vita nella loro bolla familiare è facile così com’era, e non puoi giustificare loro le tue decisioni, anche se i loro commenti e giudizi sono scortesi. La verità è che non possono capire il tuo tumulto perché non l’hanno vissuto. Non importa quanto ci provi, rimarrà vago per loro.

Get More Posts