Come Aiutare il Tuo Bambino ad Affrontare lo Shock Culturale

Come Aiutare il Tuo Bambino ad Affrontare lo Shock Culturale

Lo shock culturale è una sfida per persone di ogni età. Gli adulti possono capire e affrontare meglio lo shock culturale. Tuttavia, lo stesso non si può dire dei bambini.

La sindrome del bambino espatriato (anche come conosciuta come expatriate child syndrome o ECS) è una condizione reale e viene affrontata da molti bambini che si trasferiscono all’estero. Proprio come gli adulti, un improvviso cambiamento nell’ambiente e nella cultura può essere una pillola difficile da ingoiare. Molti cambiamenti comportamentali possono verificarsi nei bambini una volta che cambiano paese.

Diamo un’occhiata a cinque approcci che possono aiutare i tuoi figli a far fronte allo shock culturale.

1. Prepararsi adeguatamente

Prima di partire, discuti con i tuoi figli e spiega tutto ciò che devono sapere sul motivo per cui ti stai trasferendo. Prova a vedere le cose dal loro punto di vista e pensa a quali cose sono importanti per loro.

Non cercare di nascondere i segreti ai tuoi figli. Aumenterà lo shock solo in seguito. Fornisci loro aspettative realistiche e cerca di prepararle in anticipo il prima possibile. Se non porti con te il tuo cane, diglielo il prima possibile in modo da non scioccarlo.

Ascolta le loro domande e dai risposte dirette senza includere bugie. Discuti la mossa il più possibile e cerca di instillare una familiarità in loro.

2. Organizza un Leaving Party

Questo cambiamento è tanto significativo per loro quanto lo è per te. Prima di partire, assicurati che tuo figlio abbia salutato tutti i suoi amici, animali domestici, luoghi familiari e casa.

Se possibile, prova a organizzare una festa. Invita gli amici di tuo figlio in modo che tutti possano salutarlo e questo può aiutare tuo figlio a prepararsi bene per il trasloco.

Inoltre, assicurati ai tuoi figli che saranno in grado di rimanere in contatto con i loro amici attraverso la tecnologia. E se hai intenzione di tornare a casa dopo alcuni mesi, dillo anche ai tuoi figli in modo che possano sentirsi meglio e rispettarli.

3. Circonda i tuoi figli con cose familiari

Prendi tutte le cose a cui i tuoi figli sono attaccati, come gli orsacchiotti e cerca di creare un ambiente familiare nella tua nuova casa. Avere un ambiente con i contenuti della loro precedente casa li aiuterà ad affrontare meglio la novità.

Cerca di trovare attività familiari che a tuo figlio piacevano a casa. Se a tuo figlio piaceva andare in bicicletta, prova a gestirla in modo che possano essere coinvolti in un’attività familiare. Se tuo figlio amava visitare i parchi o gli zoo, prova a fare una gita allo zoo una volta ogni tanto.

Cerca di familiarizzare con il nuovo posto ricreando vecchi eventi, in modo che non si sentano alienati.

4. Sii comprensivo

Quando tuo figlio si trasferisce all’estero, verrà privato di molte delle sue vecchie abitudini. I bambini non possono affrontare le frustrazioni con la stessa efficacia degli adulti. Cerca di capirlo ed essere empatico con loro.

Se tuo figlio fa i capricci, invece di essere severo, cerca di capirlo e confortarlo. Comprendi i loro cambiamenti nel comportamento e tra tutto il caos, cerca di essere l’unica cosa che non cambia.

Parla con loro e identifica cosa ha reso ansioso o arrabbiato. Osserva i cambiamenti nel comportamento e cerca di ricompensarli spesso, in modo che si sentano felici.

5. Falli entusiasmare per le nuove cose

Parla loro di tutte le cose belle che sperimenteranno: il nuovo cibo, una spiaggia, nuovi animali allo zoo, ecc. Dì loro come ti godrai il nuovo posto e come non vedi l’ora di arrivarci .

Racconta loro di tutti i nuovi amici che faranno nella loro scuola e di tutto il divertimento che avranno. Far emozionare i tuoi figli renderà il loro viaggio meno stressante e darà loro qualcosa di cui essere entusiasti.

Conclusione

Vivere una vita da ex-pat può essere difficile. Il nuovo ambiente e un repentino cambio di lingua non è facile, soprattutto se sei un bambino. L’adattamento alla vita straniera richiederà del tempo. Devi pensare dal punto di vista e confort di tuo figlio e assisterlo ovunque tu possa. Cerca di essere genitori comprensivi e aiutali a creare nuove associazioni, così il loro viaggio verso il cambiamento diventa più facile.

Get More Posts