Le 5 Fasi dello Shock Culturale

Le 5 Fasi dello Shock Culturale

Passare la vita da un paese a un altro può essere un’esperienza avventurosa. Ma l’improvviso cambiamento di cultura, tradizioni, lingua e abitudini di vita può disturbarci mentalmente. Sentirsi sopraffatti dall’immediato cambiamento nello stile di vita e nella cultura è quasi affrontato da ogni espatriato ed è ampiamente noto come shock culturale.

Lo shock culturale può respingere gli espatriati. Il cambiamento istantaneo nello stile di vita può creare confusione e ansia in alcune persone. Alcune persone non riescono a identificarlo correttamente e ricorrono all’isolamento e al disagio mentale.

Se sei un espatriato e ti trovi in ​​una situazione simile, non preoccuparti. Lo shock culturale è un processo normale e accade a tutti. Diamo un’occhiata alle cinque fasi dello shock culturale per aiutarti a capire come funziona.

1. La fase della luna di miele

Sei appena atterrato sul posto e tutto sembra così eccitante e nuovo. Sei in soggezione. Guardi tutte le possibilità; il nuovo ambiente, la ricca cultura, la differenza nel cibo e nelle persone. Sei felice ed estatico e vuoi provare tutto.

Questa fase dura pochi giorni e anche settimane. Ti ritrovi impressionato da tutto ciò che è nuovo sulla cultura e tutto sembra andare alla perfezione.

2. Fase di rifiuto

Dopo un po ‘di tempo, scopri che queste emozionanti impressioni svaniscono. La stessa differenza culturale che sembrava bizzarra e carina ora sta lentamente diventando fastidiosa e inaccettabile. Inizi a confrontare negativamente le usanze locali con come erano le cose a casa. E come stavano meglio.

Non riesci a capire come mangiare il riso con le mani. Accovacciarsi e usare un secchio d’acqua invece di un comò sembra disgustoso e confuso. Inizi a irritarti per le cose semplici e ad affrontare l’ostilità con la cultura e le persone di quel luogo.

3. La fase di aggiustamento

Le cose ora iniziano ad avere più senso. Inizi a sentirti un po ‘più familiare con l’ambiente circostante. Stai imparando i percorsi verso luoghi diversi da casa tua e ora puoi viaggiare in modo più efficiente.

Questa fase inizia dopo alcune settimane o mesi. Dipende dalla persona e dal tipo di shock culturale a cui è stata esposta. Sviluppa una routine quotidiana e sai dove trovare i rifornimenti desiderati, come una marca preferita di shampoo. Le cose stanno diventando più comode e ti fai persino degli amici.

4. La fase di adattamento

Le cose ora sembrano più come a casa. Stai iniziando a sistemarti e le cose si sentono più a loro agio ora. Ti sei trovato una comunità, amici, persone con cui lavori e hai superato la tua barriera linguistica.

Cose semplici come parlare con estranei non sembrano più così strane. Non paragoni più questa cultura con la tua cultura precedente e le cose sembrano andare bene per te. Adesso senti un forte senso di appartenenza.

5. Lo shock di rientro

Hai completato il tuo viaggio e ora stai visitando il tuo paese natale, o stai solo visitando. Una volta tornato da dove sei partito, proverai uno strano senso di isolamento e distacco emotivo. Questa è la fase di rientro.

Tutto ciò che una volta sembrava normale ora sembra strano. Potresti persino trovare criticare la tua stessa cultura. I tuoi amici e la tua famiglia ora si sentono diversi da come li ricordavi. Le nuove cose a cui ti sei adattato, non si sentono le stesse nel tuo paese natale.

Conclusione

Lo shock culturale è un processo graduale e lo supererai. Passare attraverso queste cinque fasi ti aiuterà a identificare dove ti trovi in ​​questo momento, valutare la tua situazione e sapere che una qualche forma di shock è standard ti aiuterà a capire come funziona lo shock culturale. Con il tempo e l’adattamento, imparerai meglio le cose.

Get More Posts